Tariffa del Servizio Idrico Integrato 2019 - TICSI

L’Autorità di Regolazione Energia Reti ed Ambiente (ARERA) (con la Delibera n. 665/2017/R/IDR, c.d. TICSI) ha introdotto una normativa a livello nazionale sull’articolazione tariffaria del servizio idrico integrato dal 1 gennaio 2018. Enti di Governo dell’Ambito (EGA) devono applicare questa normativa definendola a livello locale; per ACAM Acque la nuova articolazione tariffaria ha decorrenza dal 1 gennaio 2019.

Le modifiche più significative sono:
- la distinzione tra utenze domestiche residenti ed utenze domestiche non residenti;
- l’indicazione di adottare, entro il 31 dicembre 2022, una articolazione tariffaria pro-capite e quindi commisurata alla numerosità dei componenti la famiglia per tutte le utenze domestiche residenti;
- l’abolizione del c.d. “minimo impegnato” (se previsto) anche per le utenze non domestiche.
La numerosità del nucleo familiare deve essere autocertificata dal Cliente stesso in sede di nuovo contratto. Per i contratti già attivi, nel caso in cui l’utente verifichi che in fattura è indicato un numero di componenti differente rispetto a quello del Suo nucleo familiare (per mancato aggiornamento dei dati o altro motivo) è tenuto a comunicare ad Acam Acque il dato corretto, utilizzando l’apposito modulo1 (Link) presente sul sito.
In continuità con la precedente articolazione tariffaria è anche l’utenza con Uso condominiale, che continua ad essere gestita riproporzionando l’ampiezza degli scaglioni al numero di unità abitative sottese e usando come riferimento il consumo pro capite standardizzato su quello di due componenti.
Per tali utenze, utilizzando il modulo2 (Link), l’Amministratore condominiale dovrà fornire indicazioni relativamente al numero delle unità immobiliari servite dalla fornitura centralizzata, in caso tale numero risulti difforme rispetto a quello indicato in fattura.
I moduli possono essere inviati, corredati dalla copia di un documento di identità, all’indirizzo e-mail clienti.acqua@acamspa.com oppure consegnati manualmente presso gli sportelli commerciali.
Per quanto riguarda le utenze non domestiche, è stata prevista una riclassificazione basata su categorie standard. Per tale riclassificazione sono state utilizzate le informazioni a disposizione nella banca dati; in caso di discrepanza, è possibile fare la segnalazione al numero verde indicato in bolletta.

Per saperne di più è possibile consultare la scheda tecnica predisposta da ARERA: (Link)

AllegatoDimensione
PDF icon Modulo 1687.16 KB
PDF icon Modulo 286.12 KB
PDF icon ARERA Scheda Tecnica Delibera 665177.41 KB

Modalità di invio modulistica cartacea

I moduli compilati possono essere spediti o consegnati ad ACAM Acque nei seguenti modi:

Invio per posta elettronica:
Il documento compilato può essere inviato all'indirizzo  clienti.acqua@acamspa.com (formati accettati: PDF JPEG TIFF PNG DOC DOCX XLS XLSX PPT PPTX - dimensione massima complessiva degli allegati: 3 Mb);

Invio a mezzo fax:
Al numero 0187 538046;

Invio a mezzo PEC (Posta Elettronica Certificata):
All'indirizzo acamacque@pec.gruppoiren.it (formati accettati: PDF JPEG TIFF PNG DOC DOCX XLS XLSX PPT PPTX - dimensione massima complessiva degli allegati: 3 Mb) - L'invio deve essere effettuato tramite un account di posta certificata: mail inviate da account di posta elettronica non certificata verranno rifiutate dal sistema;

Consegna a mano:
Agli sportelli commerciali di Via Picco 18, La Spezia;

Invio a mezzo posta
All'indirizzo: ACAM Acque SpA - Via Picco n° 22 - 19124 La Spezia.

NON inviare link a siti di file sharing (es.: Dropbox, Google Drive...) per trasmettere gli allegati: gli operatori non sono autorizzati a scaricare direttamente la documentazione da tali siti.